Novembre 8, 2021

Rita Marzoli | Video & Podcast

Leggi in 1,1 min
Valentina skyrace“Non sarò una maratoneta, ma una Donna Ultra sì” – Valentina Visintin
Ultimo sopravvissutoL'ultimo Sopravvissuto, la Backyard italiana. Il racconto delle donne

L’intervista è disponibile anche in podcast (più giù)

In questa intervista ho chiacchierato con Rita Marzoli, ultramaratoneta pugliese, solare, determinata e molto simpatica.

Ci ha raccontato dei suoi inizi partendo dal 2008, anno in cui inizia a correre, passando dal 2013, suo esordio nelle ultramaratone. Da allora ha completato 70 tra maratone e ultra coprendo la distanza più lunga (242km) durante una 48h. E non finisce di certo qua!

Abbiamo parlato del perché predilige le gare in circuito a quelle in linea, delle poche gare trail che ha fatto e del perché quel tipo di terreno non le sia congeniale. Non poteva mancare la domanda su come gestisce il sonno e l’alimentazione durante delle gare molto lunghe, e neanche sul tipo di allenamento che segue. Abbiamo anche toccato con mano la sua passione recente per lo yoga che tanto la sta aiutando a gestire le lunghe distanze.

Come vi accorgerete, questa intervista si è trasformata presto in una chiacchierata tra amiche, anche se in realtà era la prima volta che ci parlavamo. Ma a volte va proprio così, no? Spero vi sentiate anche voi tra amici ascoltandoci parlare.

La musica della sigla è “Pushed away” di Luca Francioso – www.lucafrancioso.com

Podcast